Movies & TV – Ecorobot… I robottoni “riciclati” invadono Cartoomics

Arrivano nell’area cinema della manifestazione milanese queste imponenti installazioni, uniche e originali, costruite artigianalmente da un team di ingegneri e artisti del metallo riutilizzando componenti meccaniche provenienti dalle officine e dalle lavorazioni dell’acciaio e del ferro. Da non perdere…
ECOROBOT

Mauro Rossetti

Era il 2016 quando Mauro Rossetti (nell’immagine a destra), titolare di Networkpropaganda, agenzia di marketing e comunicazione, ebbe l’intuizione di fare costruire questi giganti ecologici: «Fin da bambino ho sempre avuto la passione dei robot, ma potevo solo sognarli o vederli in televisione, Quelli che erano sogni dell’infanzia, oggi si sono trasformati in realtà. I nostri non sono tradizionali robot: sono gli ECOROBOT!».

La loro peculiarità è di essere costruiti con materiale di riciclo: cerchioni, bulloni, marmitte, catene di distribuzione, freni, lamiere, cuscinetti, ingranaggi, ammortizzatori, componenti e materiali di scarto che grazie agli ECOROBOT hanno potuto trovare una seconda vita.

L’ecologia e lo sviluppo ecosostenibile sono alla base del progetto ECOROBOT, che ha potuto contare sul sostegno delle istituzioni locali e che ha visto il coinvolgimento delle scuole, grazie alla sensibilizzazione della nuove generazioni sui temi del riciclo, dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile.

Gli ECOROBOT hanno saputo costruire un immaginario attraverso uno story-telling che unisce il reale e l’onirico. Metal Vox e i suoi fedeli compagni, Eco Tron, Iron Green e Yellow Steel sono gli  ECOROBOT, ovvero guerrieri dall’animo ecosostenibile, paladini di un mondo più pulito e sostenibile, a fianco dell’essere umano per sensibilizzarlo a non sprecare le limitate materie prime disponibili e insegnargli le best practices del riciclo.