Self Comics – Gli incubi di Lovecraft prendono forma nei disegni di Elder Draw

La lezione del Solitario di Providence è fatta propria da Edel Draw, nome d’arte del disegnatore Valerio Converti, il cui immaginario è popolato da creature tentacolari e da divinità come Yog-Sothoth e Azathoth. E del grande scrittore americano ha realizzato la trasposizione in fumetto del racconto From Beyond, la novità che presenta quest’anno nell’area che Cartoomics dedica agli “indie”

«Amo disegnare polipi che sognano l’apocalisse, antiche piaghe che si annidano nelle profondità e altre creature con corna, denti e tentacoli». Si presenta con questo biglietto da visita di Elder Draw, nome d’arte del disegnatore Valerio Converti. Le sue creazioni prendono spunto sia dalla narrativa, dando forma a qualcosa che non ne ha già una definita, sia dal mondo del cinema e dei fumetti, reinterpretandone personaggi o creature.

Ha iniziato rielaborando gli incubi narrati da Howard Phillips  Lovecraft, cercando di tradurre la sua scrittura in forme visive, per realizzare illustrazioni indescrivibili e rappresentare orrori inconcepibili. Una tecnica che gli ha permesso di rappresentare in maniera originale creature particolari come Azathoth, Yog-Sothoth o l’orrore di Dunwich, ma anche personaggi più definiti come Nyarlathotep o iconici come Ghost Rider o Hellboy. Lavori realizzati tutti in stile il foto-illustrativo, dove i disegni classici si uniscono alle elaborazioni di elementi fotografici, fondendosi in un’unica creazione.

E dall’amore per Lovecraft, nasce il suo ultimo lavoro, che sarà presentato in anteprima in fiera: From Beyond, trasformazione in fumetto dell’omonimo racconto del grande scrittore americano, dove Elder Draw ha potuto dare sfogo alla sua creatività illustrando creature ultra-tentacolari, meduse bioluminescenti, Grandi Antichi e colonne ciclopiche: insomma tutto ciò che adora! Anche in questo fumetto è stato mantenuto lo stile foto-illustrativo, elemento che dà alla composizione un tono unico nel suo genere.

Oltre al fumetto, nell’area Self Comics (Tav. 36) sarà possibile acquistare anche delle tele con diverse illustrazioni. Per i primi che acquistano i lavori, in omaggio un ricordo dall’altrove!